FIDAS News Aprile 2019

Pasqua è gioia!”.

È questo l’augurio che desidero rivolgervi, nel giorno in cui celebriamo il “passaggio” dalla morte alla Vita, dall’uomo vecchio all’Uomo Nuovo.

Sappiamo tutti di quanto ci sia bisogno di un’umanità rinnovata, che abbia la forza di affrontare, con tenacia e coraggio, le difficoltà, gli affanni, le incertezze, le precarietà di tante famiglie, di tanti giovani, di tante persone, magari sole e disorientate…

Viviamo un cambiamento di epoca, dove ingiustizie, conflitti, povertà, sfruttamento, malaffare e mancanza di considerazione dell’altrui dignità e sofferenza non possono non interessarci in prima persona. Per questo vorrei che l’augurio di gioia raggiungesse ciascuno di voi, e non fosse una frase ingenua o di circostanza. Vorrei che esprimesse fiducia, speranza, e infondesse coraggio per affrontare le difficoltà piccole e grandi dei nostri giorni.

Ci viene chiesto lo sforzo di metterci nei panni dell’altro, per camminare con lui, soffrire con lui.

Non è facile.

Lo so.

Ma in noi abbiamo la forza necessaria ad affrontare le mille difficoltà che, quotidianamente, incontriamo nella nostra incessante opera di volontari al servizio dei malati.

Solo portando avanti con dedizione e tenacia questo impegno potremo augurarci “Pasqua è gioia!”.

Buona Pasqua!