FIDAS News Febbraio 2019

Un anno ed un triennio ricchi di impegni si sono appena conclusi.

Al termine di questi tre anni di mandato desidero innanzitutto ringraziare Antonio, Mimina, Lucilla, Walter, Demetrio, Marilù, Pantaleo, Marcello, Giuseppe, Luciano, Carlo, Antonella, Franco, Sebastiano e Roberta, per la loro collaborazione ed il costante impegno.

Il lavoro di questo Direttivo si è basato sullo spirito di continuità con il lavoro e con gli indirizzi del precedente Direttivo che aveva dovuto affrontare una fase non facile quale quella dell’accreditamento delle sedi.

Non da meno è stato il lavoro di questo Consiglio che, appena insediatosi, ha dovuto affrontare la delicata questione dell’Accordo Stato-Regioni del 14 aprile 2016 riguardante “Revisione e aggiornamento dell’Accordo Stato-Regioni 20 marzo 2008 relativo alla stipula di convenzioni tra Regioni, Province autonome e Associazioni e Federazioni di donatori di sangue”.

Con questo Accordo sono stati rivisti tanto la disciplina dei rapporti intercorrenti tra le Regioni e le Associazioni e Federazioni di donatori di sangue, quanto le tariffe di rimborso per le attività di promozione del dono e di raccolta (se prevista dagli assetti organizzativi regionali) svolte dalle medesime.

Altro importante provvedimento, che ha visto la luce nel corso della Legislatura appena conclusasi, è stato il Programma nazionale plasma e medicinali plasmaderivati 2016-2020, adottato con DM del 02 dicembre 2016 e predisposto dal Centro Nazionale Sangue con l’obiettivo di incrementare la raccolta di plasma, promuovendo, altresì, un utilizzo razionale ed appropriato dei farmaci plasmaderivati ottenuti dallo stesso.

E’, quindi, compito delle Regioni, attraverso una fattiva collaborazione con le Associazioni e Federazioni di donatori di sangue, conseguire gli obiettivi previsti annualmente dal Piano per poter conseguentemente garantire la terapia farmacologica necessaria al trattamento, tra le altre cose, di molte patologie croniche.

Fa strano parlare di programmazione delle donazioni di plasma e più in generale in aferesi, soprattutto se pensiamo che, ad oggi, abbiamo ancora chiuso un centro di eccellenza quale quello dell’Ospedale di Gallipoli.

Tante battaglie sono state combattute in questi anni. tante iniziative portate avanti, ma di tutto ciò avremo modo di parlarne in occasione dell’Assemblea, programmata per il 17 Marzo p.v.

Altre importanti sfide e obiettivi ci attendono in questo nuovo quadriennio ormai alle porte, sia sul piano legislativo sia su quello delle relazioni istituzionali.

Penso, però, a prescindere dalle prospettive future, di poter affermare che quello che abbiamo realizzato in questi tre anni sia stato il frutto della nostra capacità di lavorare insieme con passione, perseveranza e propositività, della nostra capacità di mantenere una visione d’insieme attenta a non farci prendere da istanze particolaristiche.

Grazie a ciascuno di voi, a tutti voi! Insieme, ancora una volta, raggiungeremo traguardi sempre più importanti.