FIDAS News Luglio – Agosto 2020

Domenica 14 giugno si è celebrata, come ogni anno ormai dal 2004, la Giornata Mondiale del donatore di sangue proclamata dall’Organizzazione mondiale della sanità nel giorno della nascita del biologo austriaco Karl Landsteiner, scopritore del sistema AB0 e coscopritore del fattore Rhesus.

Una Giornata dal sapore speciale in quanto i festeggiamenti si sarebbero dovuti svolgere a Roma presso il Parco della Musica con il coinvolgimento di tutte le Associazioni del Dono.

A causa, però, dell’emergenza sanitaria da Covi-19 i festeggiamenti sono stati rinviati al prossimo anno.

Purtroppo, come abbiamo avuto modo di raccontarci in questi mesi, la pandemia ha comportato non pochi problemi per il “sistema sangue” ad ogni livello, rendendo difficile l’esecuzione anche delle attività sanitarie minime garantite in questo periodo veramente difficile.

Adesso le cose vanno decisamente meglio grazie, in primis, alla grande sensibilità e disponibilità dei nostri donatori. La pandemia non li ha fermati, anzi siamo molto contenti dell’ottima risposta sia di quelli abituali sia dei nuovi.

Nel nostro territorio il Coronavirus ha costretto le strutture trasfusionali e le UdR in cui si può effettuare questo importante gesto di solidarietà a ricevere i potenziali donatori previa prenotazione. La pandemia ci ha insegnato ad adottare questa metodologia, applicandola ed imparandola da zero. I feedback ricevuti dall’introduzione di questa nuova modalità di gestione della donazione, però, sono entusiastici, tanto che questo sistema è ormai ben visto e accettato da tutti.

Spinti dall’entusiasmo dei nostri donatori abbiamo creato una nuova applicazione che consente ai nostri donatori di prenotarsi per compiere il loro gesto d’amore in occasione delle raccolte organizzate dalle proprie Sezioni di appartenenza.

E’ con questo spirito che nasce il portale https://www.donafidas.it/ sul quale il donatore ha la possibilità di scegliere la data e l’orario a lui più congeniali per effettuare la propria donazione.

Sono certo che questo nuovo strumento ci aiuterà ancora di più nell’affrontare quest’altro momento critico ormai alle porte: il periodo estivo.

Ecco allora che, mai come in questo momento, è fondamentale il contributo di tutti i donatori per riuscire ad arginare l’emergenza estiva. Il sangue ed i suoi componenti rappresentano una risorsa indispensabile per la cura dei malati e dobbiamo tenere conto che ogni giorno in Italia circa 1.800 pazienti hanno bisogno di trasfusioni a seguito di malattie, trapianti, interventi chirurgici o incidenti: per un totale di quasi 8.200 unità di sangue che trasfuse quotidianamente solo grazie all’impegno di quanti volontariamente hanno deciso di donarle

Ecco perché, ora più che mai, è fondamentale che tutti i donatori effettuino anche solo una donazione in questo periodo per garantire le scorte di emocomponenti necessarie ad affrontare questo “periodo caldo”.

Emanuele Gatto