FIDAS News Marzo 2022

Il mondo oggi si trova, ancora una volta, ad affrontare una grave crisi dopo quella dovuta alla pandemia.

Il mio abbraccio e il mio pensiero vanno a tutto il popolo ucraino, travolto in questi giorni da una guerra assurda ed ingiustificata. Il mondo torna a fare i conti con la propria vergogna, con la vergogna di una guerra che lascia sgomenti. Il nastro della storia si riavvolge drammaticamente, riporta indietro le lancette dell’umanità e della civiltà. La tutela della vita e la pace devono tornare ad essere le più grandi priorità del mondo. Trasformiamo quindi il nostro impegno in azione, in accoglienza, fraternità e bellezza al di là di qualsiasi confine delineato dalla miopia degli uomini. Facciamolo con scelte di solidarietà, con i valori e la fratellanza veri, che sono il fondamento di tutta l’azione di FIDAS Leccese.

Ecco allora che dobbiamo implementare lo sforzo comune per portare avanti il cammino intrapreso e per allargare il campo e l’orizzonte di un impegno che continua. Indietro non si torna: il sistema sanitario salentino e regionale non se lo possono permettere. La nostra Associazione deve guardare avanti, l’unica direzione possibile per continuare un percorso di solidarietà all’altezza della nostra identità e dei nostri valori.  

Oggi più che mai non ci sono bacchette magiche, né soluzioni immediate ai problemi. Si cresce a piccoli passi e lo sviluppo è figlio di una attenta programmazione. 

E proprio per quanto riguarda la programmazione non possiamo tralasciare un aspetto importantissimo, ovvero quello dell’incremento delle prenotazioni dei nostri donatori, che hanno raggiunto oramai una percentuale vicina al 100%. La programmazione delle donazioni è stata possibile anche grazie al portale https://www.donafidas.it/ sul quale il donatore ha la possibilità di scegliere la data e l’orario a lui più congeniali per compiere il proprio gesto d’amore.

La pandemia che stiamo attraversando ha modificato tanti nostri comportamenti e tante nostre abitudini; quello che, però, non è riuscito a scalfire il SARS CoV2 è il senso di solidarietà e di responsabilità dei nostri donatori che fanno della nostra Associazione un esempio da seguire nel campo della donazione.

In evidente controtendenza, infatti, FIDAS Leccese registra un aumento delle donazioni di sangue ed emocomponenti del 7,08%, con un numero complessivo di donazioni pari a 13.585, record assoluto per la nostra Associazione nei suoi 46 anni di attività.

Molto è stato fatto, tanto c’è ancora da fare. Stiamo costruendo qualcosa di bello e lo stiamo facendo camminando tutti insieme.

Ora è il momento di nuove sfide e di nuovi orizzonti. Insieme si può fare. Insieme si vincono le grandi battaglie, insieme si costruisce il futuro abbracciando i sogni e la bellezza che ci circondano. Siamo una grande Associazione e questa sarà la forza che ci permetterà di vincere le sfide di domani.

 

  Il Presidente
Emanuele Gatto