FIDAS News Ottobre 2017

L’EDITORIALE di Emanuele Gatto

 

Ottobre, tradizionalmente, è il mese dedicato alle Feste del Donatore delle nostre Sezioni.

Al di là degli specifici momenti di festa che ogni Sezione organizza, mi piace fermarmi a riflettere e ad evidenziare la dedizione e la passione che i nostri donatori mettono nel portare avanti i valori della FIDAS.

Un impegno costante, quello dei nostri soci, al servizio della collettività e del bene comune, che va ben oltre lo specifico numero di donazioni effettuate da ognuno di loro.

Sicuramente, infatti, il mio primo pensiero va a tutte le “punte di diamante” di questa Associazione, ovverosia ai nostri donatori che hanno raggiunto i grandi traguardi delle 30-50-75 donazioni.

Per non parlare, poi, del piccolo ma sempre più numeroso “esercito” di donatori che hanno persino superato quota 100 donazioni.

Ma il mio e nostro grazie va anche alle centinaia di persone che hanno compiuto per la prima volta il meraviglioso gesto della donazione del sangue, accostandosi alla nostra Associazione e alla nostra incessante attività.

Un gruppo di ragazzi e ragazze, uomini e donne, che fanno ben sperare per il futuro della donazione, ma soprattutto per quello delle centinaia di malati che ogni giorno hanno bisogno del “farmaco salvavita” che possiamo mettere a loro disposizione.

Una grande squadra, quindi, quella dei donatori della FIDAS Leccese, che, grazie al costante impegno di tutti i suoi dirigenti sezionali, garantisce a tantissimi malati la possibilità di vedere alleviate le proprie sofferenze, nella continua lotta per la Vita.

I nostri donatori sono davvero speciali perché restano anonimi e non raccontano la loro generosità per modestia, per riservatezza o, perché, vivono come normale e naturale un gesto, che, invece, è una grandissima testimonianza d’amore.

Ai nostri “eroi del quotidiano” non possiamo dire nient’altro che: Grazie di vero cuore!